Published on22/07/2019by: redazione

Quali strumenti finanziari per l’Economia sociale e solidale?

Gianluca Salvatori durante il suo intervento a Quito

Il nostro segretario generale Gianluca Salvatori ha appena partecipato al Seminario internazionale “Dimensioni dell’economia sociale e solidale” organizzato dal Comitato internazionale per lo sviluppo dei popoli (CISP) con il governo dell’Ecuador a Quito il 18 e 19 luglio. Ecco una sintesi del suo intervento

Una veduta di Quito (Ecuador)

L’abc della finanza per l’ESS

Quando si parla di strumenti finanziari per l’economia sociale e solidale si devono tenere in conto quattro aspetti:

In sostanza, quindi, è vero che le imprese dell’Economia sociale e solidale oggi hanno più bisogno di capitali, così come è vero che questi capitali dal lato dell’offerta risultano più disponibili perché la finanza è più attenta alla sostenibilità. Dall’altra però non tutti gli strumenti sono adatti, soprattutto quando vogliono a tutti i costi coniugare l’utile sociale e quello privato senza rinunciare agli alti rendimenti cui la finanza è stata a lungo abituata.

Da ciò derivano le seguenti raccomandazioni per l’ente pubblico:

La platea durante l’intervento di Gianluca Salvatori
Tag
capitalizzazioneeconomia socialeessfinanza